Gli Scherzi

 

 

Come non ricordare gli scherzi, in parte vissuti, e in parte riportati dalle cronache. La continua ricerca dello scherzo è l'emblema di un atteggiamento che ha accomunato molti di noi. Un approccio alla vita. A partire dagli scherzi ai compagni di classe, per arrivare alle supercazzole ai passanti. Ma la soddisfazione massima, il trofeo massimo, è lo scherzo perpetrato agli amici. Ma attenzione, nessuno era immune dal pericolo di esserne vittima. E solo per citare i più noti, passiamo dalla supercazzola di Fedro, alla presentazione di Marco a LucaCorra, nelle vesti di un "baccano" locale, per finire al matrimonio di LucaCorra. Ci limitiamo a riportare il primo e l'ultimo.

Supercazzola

Fedro, Andy e Marco stanno passando il pomeriggio a casa di Andy giocando a Risiko o a D&D. Marco deve telefonare a casa e Fedro lo segue.
Fedro - "se risponde tua sorella passamela che gli faccio una supercazzola"
Marco telefona e una volta che hanno risposto passa la cornetta a Fedro.
Fedro - "Pronto? sono pustardati con ritarnati e scappellamento a destra..."
Dopo alcuni minuti su questo tono Fedro restituisce la cornetta a Marco con lo sguardo orgoglioso per lo scherzo effettuato...
Marco - "Ciao mamma"
Ci volle poco perchè Fedro realizzazze che la persona dall'altra parte della linea, la vittima della supercazzola, non era la sorella ma bensì la madre di Marco. E ancor meno ci volle per assistere alla fuga nel soggiorno di Fedro accompagnato dalle risa dei presenti.
Considerate che a quei tempi il gruppo si ritrovava a casa di Marco per giocare a D&D ogni settimana. Ma la madre di Marco, per quanto lo abbia cercato, non ha mai incontrato Fedro. Era velocissimo, all'appropinquarsi della madre di Marco, a nascondersi sotto il tavolo.

Le Nozze

LucaCorra l'ha fatta grossa. Ha messo incinta una ragazza e si confida col suo migliore amico, Fedro, in servizio militare ad Aosta. La soluzione è un matrimonio riparatore e Fedro sarà il testimone. Dopo sei mesi finalmente la cerimonia. Vi lasciamo immaginare come andò, ma se siete carenti di fantasia potete, di seguito leggere la seconda lettura, attentamente studiata per un matrimonio riparatore, e il libretto della cerimonia e scaricare il film del matrimonio da QUI.

"Seconda lettura
Dal Concilio Vaticano Secondo.
Lettura per il sacramento del matrimonio.

Dobbiamo ringraziare, tutti insieme, questi nostri Fratelli in Cristo, che oggi sposandosi gettano su tutta la nostra Comunità una luce gioiosa. Perché, come nelle Nozze di Cafarnao, il Signore trasformò l'acqua in vino oggi, qui, egli unisce in eterno questa coppia. La fede profonda che essi manifestano sposandosi di fronte alla Comunità Cristiana ed in questo Sacro Luogo sarà la forza che li guiderà nel loro comune cammino e che gli permetterà in feconda unione di generare nell'amore e nella purezza i figli che allieteranno la loro vita. É infatti la procreazione libera e spontanea, lo scopo del matrimonio. Oggi, in un mondo in cui i costumi della nostra società hanno perso il Verbo, in cui il Sesto Comandamento "Non commettere atti impuri" rimane inascoltato da molti e soprattutto giovani, questi due costernanti col loro gesto hanno deciso di legalizzare agli occhi della comunità la loro unione ed i suoi frutti. La comità tutta, oltre a ricevere in dono questa nuova famiglia, deve raccogliersi intorno ad essa per aiutarla nel non sempre facile cammino, così come i testimoni sono chiamati, con la loro esperienza e profonda fede, al non semplice compito di mantenere viva l'unione e l'amore fra gli sposi. Preghiamo inoltre affinché la fede gli faccia accettare i frutti del loro amore come doni divini che con la loro presenza arricchiranno la nuova famiglia."

PRETE: Se dunque è vostra intenzione di unirvi in matrimonio, datevi la mano destra ed esprimete il vostro consenso:
Vuoi tu Luca, prendere ...................... come tua legittima sposa ed esserle fedele sempre, nella gioia e nel dolore, nella salute e nella malattia e di amarla ed onorarla per tutti i giorni della tua vita?

LUCA Si lo voglio.

PRETE Vuoi tu , prendere Luca come tuo legittimo sposo ed essergli fedele sempre, nella gioia e nel dolore, nella salute e nella malattia e di amarlo ed onorarlo per tutti i giorni della tua vita?

SPOSA Si lo voglio

PRETE Signori benedici questi anelli nuziali, gli sposi che li porteranno costudiscano integra la loro fedeltà, rimangano nella tua volontà nella tua pace e vivano sempre nel reciproco amore.

LUCA Ricevi questo anello in segno del mio amore e della mia fedeltà, nel nome del Padre, del Figlio, e dello Spirito Santo.

SPOSA Ricevi questo anello in segno del mio amore e della mia fedeltà, nel nome del Padre, del Figlio, e dello Spirito Santo.

PRETE Io vi dichiaro marito e moglie.


Per ora, questo, rappresenta il canto del cigno.

Non appena pronto ne metteremo in linea il filmato.

Per ora accontentatevi di questa immagine di Fedro.